venerdì 28 febbraio 2014

Recensione: Insegui la tua Stella


Insegui la tua stella

Ho appena finito di leggere un romanzo che mi è piaciuto tantissimo.
E' stato scritto da una donna svedese, coach di professione.
Il Coach è una figura professionale che si sta diffondendo sempre di più nel mondo occidentale: è colui che ti aiuta a tirare fuori il meglio e a raggiungere i tuoi obbiettivi, qualunque essi siano.
E nel romanzo accade proprio questo.
Una donna muore e lascia un'enorme eredità alle sue tre migliori amiche, le quali, però, per entrarne in possesso devono compiere alcune azioni e scelte.
Si tratta di donne dai cinquanta ai sessanta anni che avevano già una vita impostata e si lamentavano in continuazione perché - si dicevano - se fossero davvero state libere avrebbero fatto scelte diverse.
Bene, la loro amica aveva previsto tutto e sapendo di essere prossima alla morte aveva cambiato il testamento trasformandolo in un percorso a ostacoli diretto verso la piena realizzazione di sé, sul piano professionale e sul piano personale.
Tutte tre le amiche sono obbligate a lasciare Stoccolma, loro città natale, e ad andare verso nuove destinazioni: una va a Londra, una a Parigi e una sull'Isola di Maiorca, Spagna.
E tutte e tre si buttano, smuovendo tutta la loro esistenza e ritrovando un'identità perduta, fatta sì di amicizia e affetti ma anche di forza, determinazione, coraggio, autoironia e coscienza e accettazione dei propri limiti e dei propri errori.
Splendido.
Ad un certo punto, verso la fine della lettura sono scoppiata a piangere. Un pianto di vita, un impasto di emozioni trattenute e gioia di rinascita. Una cosa stranissima.
So solo che Mario, mio marito, seduto dall'altra parte del divano, mi ha guardato spaventato. Ha impiegato giusto tre secondi per capire la natura del pianto. Mi ha sorriso e ha ripreso a guardare la partita...
Siamo donne. Meravigliose;)
Scarica I Primi Due Passi per Cominciare a Creare il tuo Personaggio Evolutivo e scopri anche tu di essere Meravigliosa;)
Un Abbraccio,
Simona
www.scritturaevolutiva.it

1 commento:

Sentiti libera (o libero) di lasciare un commento a questo post.